Dott. Fabio Gherardelli - Psicologo Psicoterapia breve - I DISTURBI SESSUALI
Dott. Fabio Gherardelli - Psicologo Psicoterapeuta Psicoterapia breve
 I DISTURBI SESSUALI
 
È meglio aver amato e perduto che non aver mai amato. 
 
                                                                                        Samuel Butler
 
 
I disturbi sessuali sono caratterizzati da un’anomalia del desiderio sessuale e delle modificazioni psicofisiologiche che caratterizzano il ciclo di risposta sessuale (Eccitazione - Plateau - Orgasmo - Risoluzione), e causano notevole disagio e difficoltà interpersonali.
Le disfunzioni Sessuali comprendono:
 
  •  i Disturbi del Desiderio Sessuale, ossia il disturbo da desiderio sessuale ipoattivo e il disturbo da avversione sessuale;
  •  i Disturbi dell’Eccitazione Sessuale, ossia il disturbo dell’eccitazione sessuale femminile e il disturbo maschile dell’erezione;
  •  i Disturbi dell’Orgasmo, ovvero il disturbo dell’orgasmo femminile, il disturbo dell’orgasmo ,maschile e infine l'eiaculazione Precoce;
  •  i Disturbi da Dolore Sessuale (Dispareunia e Vaginismo);
  •  Le Disfunzioni Sessuali dovute ad una condizione medica generale, o indotta da sostanze, e Disfunzioni Sessuali Non Altrimenti Specificate.
 
Per quanto riguarda la soluzione, la psicoterapia breve (e in generale sia la psicoterapia cognitiva-comportamentale che la psicoterapia strategica ed ericksoniana) risulta molto efficace.
Esistono molte strategie e tecniche messe a punto da questi modelli terapeutici  proprio per aiutare la persona a rompere il circolo vizioso che mantiene il disturbo. 
Ad esempio, per l’eiaculazione precoce, la più famosa è forse la tecnica comportamentale delloStop–Start in cui la persona impara a concentrarsi sulle proprie piacevoli sensazioni erotiche arrestandosi quando esse sono molto forti (vicine al culmine del piacere) per poi riprendere la stimolazione.
Oppure, per quanto riguarda il disturbo maschile dell'erezione, tra le metodiche più efficaci, sempre comportamentali, vi è quella della focalizzazione sensoriale, che permette una graduale desensibilizzazione dall'ansia da prestazione responsabile di questo disturbo.
Anche molte tecniche paradossali, tipiche della psicoterapia strategica ma anche di quella comportamentale, possono essere molto efficaci.
Infine anche l'ipnosi ericksoniana può essere molto utile.
Con l'aiuto di queste metodiche, solitamente la persona riesce, ovviamente con l'aiuto di uno psicoterapeuta qualificato, a superare tali disturbi in pochissimo tempo.
 
 
 
 
Bibliografia:
 
 
American Psychiatric Association (2002) Diagnostic and statistical manual of mental disorders. APA, Washington.
 
Dèttore, D. (2001) Psicologia e psicopatologia del comportamento sessuale. McGraw-Hill, Milano.
 
Lyddon, W.J., Jones, J.V. (2002) L’approccio evidence-based in psicoterapia. McGraw-Hill, Milano.
 
Martin G., Pear J. (2000) Strategie e tecniche per il cambiamento.La via comportamentale. McGraw-Hill, Milano.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Psicologo Reggio Emilia e Carpi (Mo)